CATANIA – Lapo Elkann, Andrea Tessitore e Giovanni Accongiagioco, i cofounder di <<Italia Independent>>, marchio di creatività e stile made in Italy hanno presentato nella boutique Angiolucci la unique edition, progetto nato in collaborazione con la storica famiglia di ottici catanesi, tra le più importanti nel settore.

“I fratelli Aldo e Fabio Angiolucci – dichiara Andrea Tessitore, presidente e amministratore delegato di Italia Independent – grazie alla loro determinazione hanno creato una realtà di successo che ha cambiato le regole nel mondo dell’ottica e che da oltre sessant’anni rappresenta un punto di riferimento per qualità e professionalità in una regione in cui vogliamo crescere”.

Gli fa eco Giovanni Accongiagioco, fondatore e managing director di Italia Independent: “Questo evento rimarca l’attenzione verso la Sicilia, regione dal profilo internazionale in cui storicamente prendono piede i trend di consumo”.

Il brand tra origine dallo Stealth, la mitica barca a vela di proprietà dell’avvocato Agnelli, il cui scafo venne realizzato interamente in carbonio, materiale altamente innovativo che il team di Italia Independent ha utilizzato per creare e produrre il primo occhiale, main business di I-I, ma pur sempre primo tassello di un marchio che, negli anni, si è cimentato e ha raggiunto ottimi risultati nell’abbigliamento, negli accessori, quali caschi ed auto. Ben presto Lapo Elkann e i soci hanno intessuto importanti sinergie, quali quelle con Borsalino (per i cappelli), Vertu per la telefonia, ToyWatch (con la Unique Edition di orologi e occhiali) e Alfa Romeo con cui è stata realizzata l’Alfa Brera Italia Independent.

Il modello prescelto è lo 090, cavallo di battaglia di Italia Independent, con frontale ad effetto velluto nero e lenti specchiate arancio che rendono l’occhiale unico e scenografico. La particolarità dell’occhiale sta nella superficie, soffice e morbida al tatto e nelle aste in acetato arancione, colore simbolo della famiglia Angiolucci.

Tra scatti fotografici, Lapo Elkann racconta a Livesiciliacatania: “Il brand è nato il 4 luglio di cinque anni fa. E’ motivo di grande soddisfazione essere qui a Catania – continua – ospite degli Angiolucci, che sono i rappresentanti di ciò che c’è di meglio degli ottici indipendenti in Italia, che hanno creato un luogo delle mille e une notti del mondo dell’ottica, con passione, amore e determinazione – afferma – le stesse che noi mettiamo per fare i nostri prodotti e credo ci sia la possibilità di fare un grande lavoro insieme, in Sicilia”.

Qui Lapo Elkann è <<di casa>> ormai da diversi anni: “Questa è una terra che mi è sempre stata vicina, che ho sempre amato, non solo da oggi, sia nella vita privata che professionale: Palermo, Catania, Pantelleria, le Eolie. Ho davvero molti amici qui”. Non solo la Sicilia come terra di divertimenti ma anche come “una delle aree maggiormente attaccate all’Italia e a ciò che di bello l’Italia fa e produce”; prosegue descrivendola “una terra patriottica, nel senso buono del termine”. Unique Edition è la linea che hai creato in sinergia con Angiolucci. Come potresti descriverla? “La unique edition fatta con Angiolucci significa riportare l’arancione, il loro colore ma anche quello del sole, con il nero. Due tipologie di lenti diversi una fumée e una invece più pop, più accesa che protegge da un sole più forte quando sei al mare, a vela, quando sei a sciare”.

Tra le righe affronta il problema della crisi italiana evidenziando il contributo che è possibile dare sostegno alle imprese: “Quel che credo è che siamo un paese ad altissimo potenziale, ad altissima possibilità – dichiara Elkann – dove ci sono tante piccole e medie imprese che fanno lavori, ci sono artigiani che fanno tante cose e danno energia al motore Italia e che debbono essere protette ed aiutate”.

Descrive le aziende come “tesori, frutto di un’Italia vincente, che vuole vincere” e che per questo “devono essere aiutate, protette non solo nello sviluppo ma anche nei passi successivi”; parla di una crescita da un punto di vista globale, di sviluppo ed innovazione dei prodotti e di lavoro di squadra”.

Eh già, perché il capitale umano, la forza lavoro, le persone che compongono un team, fanno la differenza: “Io ho la fortuna di lavorare con persone eccezionali, partner eccezionali, su prodotti che mi prendono, mi piacciono. Mi ritengo un uomo fortunato perché fa ciò che ama. Si definisce <<l’anello>> che chiude una catena in cui ci sono anche altre persone senza le quali <<non farebbe le cose che fa>>.

A proposito di possibili e future collaborazioni, Elkann mantiene il massimo riserbo. Non ama sbottonarsi e raccontarle: “Ci sono tantissime cose che porteremo sul mercato, da cose nel mondo dell’ottica, legate allo sport, piuttosto che tanti progetti legati all’abbigliamento. Non li racconto, non li spiego, perché il bello è presentarli in essere. Il prodotto non sono io ma sono i prodotti – aggiunge – e amo che siano i prodotti a raccontare la storia”.

I locali di Angiolucci ospitano la campagna di comunicazione “Be Independent. Everywhere. Russia”, il viaggio fisico di I-I, che ha inizio a Milano nell’aprile 2010 ma tocca ben presto il Giappone, la Scandinavia, Israele, la Giordania e i territori Palestinesi sino alla Russia, ultima in ordine cronologico, i cui cittadini sono diventati i testimonial di I-I.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia