Le lenti a contatto progressive possono aiutarti nella visione da vicino.

Se hai superato i quaranta anni di età, o se stai per raggiungerli, potrebbe capitarti di avvertire difficoltà durante la letturao, più in generale, nella visione a distanza ravvicinata. Niente di preoccupante, nella stragrande maggioranza dei casi si tratta dell’insorgere della presbiopia, una condizione fisiologica dell’occhio umano che ha come sintomo principale la difficoltà di mettere a fuoco a da vicino.

Niente panico, i tuoi occhi sono sani.

In quanto condizione fisiologica è previsto che gli occhi vadano incontro alla presbiopia e che questa progredisca nel tempo. La progressione della presbiopia è molto lenta, dura tra i 20 e i 25 anni, per poi stabilizzarsi dopo i 60 anni di età. 

Come affrontare la presbiopia?

Non devi far altro che utilizzare una specifica gradazione per le attività che svolgi a distanza ravvicinata. Qualora tu sia un portatore di occhiali a permanenza, avrai la necessità di correggere la visione a distanza e quella da vicino con due gradazioni differenti, se invece non necessiti di alcuna gradazione per guardare da lontano avrai bisogno soltanto di una gradazione per la lettura.

Gli strumenti sono molteplici. Puoi utilizzare un occhiale dedicato alla visione da vicino, che indosserai ogni qualvolta avrai la necessità di farlo (lettura, cellulare, orologio, ecc.), oppure utilizzare un occhiale con lenti progressivein modo da avere sia la gradazione per la visione da lontano che quella per la visione da vicino sulla stessa lente. In questo caso non dovrai indossare gli occhiali ogni volta che ne avrai bisogno ma basterà un semplice movimento degli occhi per ottenere una visione nitida ad ogni distanza. Qualora tu non sia un portatore di occhiali per lontano puoi comunque utilizzare le lenti progressive in quanto la parte della lente dedicata alla visione a distanza verrà resa “neutra” e non correggerà quindi alcun difetto visivo.

Stabilito il modo migliore per correggere la presbiopia con i tuoi occhiali, devi sapere che una valida alternativa è rappresentata dalle lenti a contatto progressive. La tecnologia in questo campo ha fatto passi da gigante negli ultimi anni e oggi rappresenta un efficace metodo correttivo. 

Ogni occhio vuole la sua lente a contatto.

Le lenti a contatto si differenziano, tra gli altri fattori, per il materiale di cui sono composte e per la relazione che questo materiale stabilisce con la lacrima del nostro occhio. Affinché una lente a contatto sia confortevole infatti, l’equilibrio tra occhio e lente è fondamentale.Per ottenere il risultato migliore sono necessari alcuni test lacrimali e un’analisi del segmento anteriore dell’occhio. Il risultato? Un’ottimale visione sia da vicino che da lontano e la libertà di poter riavere una nitida visione da vicino senza l’ausilio degli occhiali.

È importante sottolineare che le lenti a contatto, in certi casi, non riescono a sostituire a pieno gli occhiali, che restano comunque la soluzione più efficace in termini visivi per la correzione di presbiopia, ma rappresentano un valido strumento correttivo per molte attività quotidiane.

Puoi prenotare subito la tua visita gratuita per l’applicazione delle lenti a contatto progressive cliccando qui.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello

loader
Apri Whatsapp
1
Servizio Clienti tramite Whatsapp
Salve, possiamo aiutarti?